Casa di San Bonaventura

Nel 1524 parte della casa di San Bonaventura viene trasformata in chiesa di cui sono scarse le notizie. Ad oggi a seguito dei continui crolli, rimane solo un rovina. La sola scala di ferro, che porta in quel che rimane della casa, è visibile ma non agibile al pubblico in quanto sospesa nel vuoto. Vale la pena spingersi in questo angolo del borgo e cercare di intercettare la dimensione contemplativa che accompagnò Bonaventura nella sua importante vita e nei viaggi che realizzò in mezza Europa.
Chi arriva qui si fermi a pensare su quale grande uomo nacque e visse la giovinezza in questo posto così remoto e sperduto. Qui venne al mondo e crebbe il biografo di San Francesco, l’uomo che scrisse la Legenda Maior che ispirò il grande Giotto che ad Assisi raffigurò le scene della vita di Francesco.